Solo Bernardi decide cosa i consorziati possono sapere

0
238

Il sabato pomeriggio è vietato eseguire lavori di giardinaggio all’Olgiata. La manutenzione del prato deve terminare entro le ore 13. Lo afferma il Cda del Consorzio che ha deciso nella seduta del 3 giugno di modificare in tal senso il regolamento del Consorzio approvato poco più di un anno fa. Della riunione ultima del Cda, che a quanto ci risulta ha esaminato il bilancio del Consorzio e deciso la data dell’assemblea annuale dei consorziati, l’ultima comunicazione inviata ai consorziati nulla dice. 

La trasparenza della gestione Bernardi lascia da tempo a desiderare, ma sembra che ciò non interessi nessuno e tanto meno “la Quercia”, che spesso si lascia utilizzare per denigrare chi non la pensa come il padrone del vapore. Lo stesso sito del Consorzio gestito dalla vice presidente Paola Caruana, su direttiva del presidente Giuseppe Bernardi, non ha ad oggi modificato il testo del regolamento che il Cda ha cambiato giorni fa, e continua a non pubblicare i verbali dello stesso Cda che il sito da anni promette di mettere a disposizione dei consorziati. 

A un anno di distanza dall’ultima assemblea dei consorziati, poi, non si ha notizia del relativo verbale e quindi non conosciamo ancora quali siano i risultati finali delle votazioni! Insomma l’informazione del Consorzio continua ad essere arbitraria ed  estemporanea. 

Per esempio, chi volesse conoscere l’Olgiata e informarsi sulle strutture del comprensorio viene a sapere che la prima (secondo i signori di via Bragaglia) è da considerarsi il ristorante Ribot.  Seguono poi il Country Club e solo terzo per importanza il Golf Club! 

Infine, se il lettore si ferma alle ultime notizie scopre tutto sulle disinfestazioni delle zanzare, sulla rottura dell’impianto idrico e sulle attività della parrocchia. Perché chiedere di più?