email
password

Il bilancio dei primi trecento giorni di attività del Consorzio è stato redatto dal prof. Fernando Aiuti in un articolo sulla Quercia che il sito del consorzio definisce “bellissimo” e addirittura da “memorizzare”. Un vero panegirico, in cui tutti i consiglieri ne escono vincitori!

Secondo il professore Aiuti la presidenza Bernardi ha dato una svolta alla gestione dell’Olgiata “anche se i residenti forse non l’apprezzano abbastanza”. Chissà per quale motivo! Forse perché nell’ultimo anno i furti sono raddoppiati e le rapine sono diventate più frequenti? Forse perché dopo essere riuscito a strappare dal costruttore Pulcini metà dei terreni che avrebbe dovuto cedere, Bernardi non ha creato neppure  un’area per i cani? Forse perché il presidente del Consorzio nega che l’assemblea abbia votato a favore dell’apertura del terzo varco? Forse perché alcuni ritengono che il Consorzio non abbia difeso abbastanza il verde inedificabile su cui stanno costruendo i proprietari del ristorante Ribot?  Forse perché il bosco di Pratolungo, a uso esclusivo dei residenti dell’Olgiata, è lasciato in uno stato di abbandono?  Forse perché il Consorzio non dice nulla sull’acquisizione illegale di parte del confine di fronte l’isola 9? E potremmo continuare.

Dobbiamo dare atto, però, che il Consorzio sta finalmente muovendosi sul fronte della sicurezza e, sembra, da quel che ci ha anticipato il professore Aiuti, in modo serio e articolato. Solo con un più elevato livello di sicurezza e con l’apertura del terzo varco si può sperare di recuperare il crollo dei valori immobiliari del comprensorio.

Fa piacere sapere, inoltre, che il presidente Bernardi e il consigliere Aiuti abbiano iniziato a dialogare con il Comune, anche se fanno capire di non aver la forza né della Roma né di Parnasi (che dovrebbe realizzare il nuovo impianto irriguo dell’Olgiata ma da anni riesce a disattendere una sentenza della Cassazione!). Il prof. Aiuti avverte, anche, che dobbiamo agire in fretta! Non dice però in che modo. E ciò non ci induce a star sereni, come spiegheremo presto. Nè ci rasserena la notizia che il Consorzio vorrebbe aumentare la capacità del depuratore per altri 2000 residenti! Ma la lottizzazione dell'Olgiata non è finita? Aiuti ci dà una notizia bomba o si diverte con le boutade? 

Siamo contenti, infine, per quanto il Consorzio ha fatto per la fibra ottica (idea "geniale", secondo Aiuti, attribuita a Bianchini e Felici) e pare che già a luglio, secondo quanto risulta a Olgiata Nostra,  una metà dell’Olgiata potrebbe beneficiarne. Il nostro giudizio sul Cda del Consorzio non è negativo, ma non è neppure trionfalistico. Conosciamo le difficoltà di gestire su base volontaria un consorzio e siamo grati per ciò che tutti i consiglieri stanno facendo per valorizzare l’Olgiata, ma vorremmo che si procedesse con passo più spedito e si dessero le risposte che molti consorziati attendono da tempo. Per esempio, perché tenere segreti gli ordini del giorno e i verbali del consiglio? Cosa c'è da nascondere?

In un affollato incontro pre- assemblea, il nuovo presidente del Golf Club Olgiata, Giovanni Sernicola, ha ieri illustrato ai soci il bilancio consuntivo...

10 motivi per aderire a Olgiata Nostra

Leggi lo statuto

Diventa Socio





Ville&Casali