email
password
Scotolati: il Country club vanterebbe 200 mila euro dal Consorzio ma pronti a collaborare

Il presidente di Olgiata Sport, Luigi Scotolati, ha risposto immediatamente, e gliene siamo grati, all’idea lanciata da Olgiata Nostra di far gestire il Country Club al Consorzio ed eventualmente di intervenire con una partecipazione nel capitale della società proprietaria in linea con quanto previsto dall’originario statuto del Consorzio e con l’art. 3 dell’odierno statuto. A parte vengono pubblicate le prime adesioni all’iniziativa di Olgiata Nostra e ci auguriamo che il Cda porti l'esame della questione già all'attenzione dei consorziati nella prossima assemblea del 26 maggio.

Cro Enrico, ricordo il periodo 1993-1997 della gestione del Country da parte del Consorzio, allora guidato dIal comune amico Enzo De Paola come il più bello. Fu a casa di Enzo che nacque il "Gruppo per la tutela del Country" del quale diventai il portavoce ed il cui scopo era di riportare il circolo sotto la gestione consortile dopo che nel 1998, il neoeletto Cda del Consorzio a guida Gioacchino Gambatesa,  non solo aveva declinato ogni responsabilità a riguardo ma aveva anche avviato un'azione nei confronti di De Paola accusandolo, fra l’altro, di aver utilizzato in maniera impropria i soldi dei consorziati per la conduzione del Country club.

La verità è che Il Country non avrebbe mai dovuto essere venduto! Gli attuali 266 "proprietari" sono stati costretti ad acquistare per evitare possibili speculazioni e preservare alla comunità i 35.000mq di quello che è sempre stato considerato "Il" circolo dell'Olgiata e che nel progetto originale, doveva essere il cuore pulsante della comunità, come lo è stato nel periodo "De Paola" e come abbiamo cercato di fare negli anni della gestione diretta prima a guida del presidente ing. Stefano Petrini e poi dell’ing. Maurizio Munno, proponendo ai consorziati la sottoscrizione di un abbonamento  annuo che permettesse al Country di restare vivo e vitale anche l'inverno.

Purtroppo la stragrande maggioranza dei residenti non solo ha mostrato disinteresse per il circolo - salvo per i 3 mesi estivi quando ha sempre fatto comodo disporre di una piscina vicina, bella e a poco prezzo - ma ha rischiato di far fallire Olgiata Sport, proprietaria dell'impianto, continuando a pretendere oneri consortili 3 volti il dovuto malgrado l'errore fosse stato segnalato e documentato dal sottoscritto fin dal 2003 al Cda del consorzio, ai consorziati stessi nell'assemblee e  dalle pagine de “La Quercia” . Ti ricordo che da un calcolo basato sui bilanci consortili risulta che dal 1981 ad oggi ad Olgiata Sport sono stati computati e richiesti oneri in eccesso di €200.000,00 molti dei quali non più recuperabili per intervenuta prescrizione. Immagina cosa avremmo potuto fare nel tempo con tutti quei soldi !

Data la premessa accolgo la tua proposta con grande favore ma , capirai, anche con una certa dose di scetticismo ... Certo è che da due anni a questa parte, ed a seguito di un memorabile incontro fra il presidente del Consorzio, avv. prof. Giuseppe Bernardi, l’ avv. Alberto Lapenna  (fra l'altro e non a caso, genero di Enzo De Paola) - che mi è sempre stato vicino in tutte le battaglie legali a tutela del Country , ed il sottoscritto (21 febbraio 2016), il clima fra le parti è drasticamente cambiato. Bernardi, da fine  giurista, ha immediatamente recepito la fondatezza delle nostre posizioni ed ha compreso l’importanza e la convenienza di raggiungere al più presto una soluzione transattiva.

Mi auguro che i consorziati –  che forse solo quest’anno capiranno cosa significhi veramente non disporre di qualcosa che hanno sempre dato per scontato, come la piscina ed il ristorante  del Country  -  ritengano conveniente e doveroso finanziare una struttura che nell’immaginario collettivo è sempre stata “di tutti” ma che di tutti non è.  

Ho fiducia nel presidente Bernardi e nel suo Cda e sono a disposizione per ogni proposta che, nel rispetto dei diritti dei soci di Olgiata Sport srl , miri ad un maggior coinvolgimento del Consorzio nella proprietà e nella gestione del Country Club.

Un caro saluto,

Luigi Scotolati, presidente di Olgiata Sport Srl

 

Bianchini: “la strada P sarà presto illuminata”

“Entro il 2018 sarà illuminata la strada P di ben 1,9 km. E’ la strada al centro dell’Olgiata vicino al bosco...

L'assessore alla Cultura di Formello accoglie gli incontri culturali organizzati dalla Minguzzi

Gli incontri culturali organizzati per due anni da Ivana Minguzzi, coordinatrice dell’International Cultural Group dell’Olgiata,...

10 motivi per aderire a Olgiata Nostra

Leggi lo statuto

Diventa Socio





Ville&Casali