L’associazione Pasquini festeggia i suoi 20 anni con Beethoven e altri eventi

0
149

L’associazione Culturale “Bernardo Pasquini” di Formello (Roma), attiva da 20 anni per la promozione della cultura musicale nel territorio, ha presentato ieri nel corso di una conferenza stampa il programma delle attività per l’anno 2020, un anno caratterizzato da due importanti ricorrenze: il ventennale dell’Associazione e il 250° dalla nascita di Beethoven.

La ricorrenza beethoveniana, “Beethoven a 250 anni dalla nascita”, sarà celebrata in sei appuntamenti : il 26 gennaio con un recital del pianista Ivan Donchev, preceduto, il 22 gennaio, da un incontro di Educazione all’ascolto sul tema: “Il pianoforte di Beethoven”. Il 27 settembre sarà esplorato il repertorio beethoveniano per violino e pianoforte e il 22 novembre le celebrazioni saranno concluse con una rarità: l’esecuzione dell’Ottava Sinfonia trascritta per pianoforte da Listz. Questo concerto sarà introdotto da due incontri di Educazione all’ascolto (il 10 e il 17 novembre) sul tema: “Trascrivere Beethoven”.

Per i venti anni della fondazione dell’Associazione Pasquini si prevede di offrire un cartellone di eventi che dimostrino in modo ampio e concreto il ventaglio di interessi che ne costituiscono il fondamento: innanzi tutto l’amore per la musica, senza barriere o pregiudizi. “Avremo così un concerto di canzoni di varie regioni italiane”, spiega il presidente dell’associazione Guido Romeo,  “L’oro d’Italia”, il 23 febbraio; uno spettacolo dedicato all’opera tratto da “Così fan tutte” di Mozart il 12 luglio; una serata di tango “al femminile”, il 25 ottobre, con il “Quinteto de Tango Las Maripositas” per concludere l’anno con le tradizioni musicali del Natale”.

Un altro filone che l’Associazione Pasquini percorre da sempre è la conoscenza degli strumenti musicali, gli “arnesi della Musica”, che vedrà protagonisti il Violoncello, il 22 marzo, e gli Ottoni il 31 maggio.

Fin dalla sua fondazione l’Associazione Pasquini ha riservato una ribalta qualificata e qualificante per giovani concertisti, la “Primavera del solista”, che il 26 aprile sarà offerta ad un giovane pianista neodiplomato brillantemente presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma.

E infine la curiosità verso la dimensione internazionale (o universale) del linguaggio musicale sarà sottolineata in occasione della Festa Europea della Musica, il 21 giugno, con un concerto di un duo di “menestrelli” davvero particolare: violoncello e chitarra.

     La cornice che contiene il quadro complessivo degli eventi conferma il suo profilo originario: l’elevata qualità professionale degli artisti, l’interesse culturale dei programmi  proposti e un approccio divulgativo e coinvolgente per un più ampio pubblico.

     Oltre agli appuntamenti già fissati il programma potrà essere arricchito con ulteriori iniziative in relazione alle occasioni ed alle risorse economiche disponibili.

     L’Associazione è profondamente radicata nel territorio nel quale intende essere lievito e stimolo di interessi culturali e pertanto, come per gli anni precedenti, la partecipazione del pubblico è gratuita.

     La pluriennale esperienza maturata lascia ritenere che le manifestazioni proposte potranno riscuotere un sicuro interesse presso gli abitanti di Formello e quelli di aree limitrofe, come l’Olgiata. 

     Grazie alla disponibilità dell’Amministrazione Comunale di Formello, gran parte degli eventi troverà accoglienza nel rinnovato Teatro Velly di proprietà della stessa Amministrazione.