Il giardino di un famoso avvocato dell’Olgiata su Ville&Casali di luglio

0
984

“Poco lontano dall’intensa frenesia della città di Roma, c’è uno spazio verde che assomiglia a un gioiello da custodire, capace di celare al proprio interno dettagli insoliti e meravigliosi angoli fioriti. E’ il rigoglioso giardino, di quasi un ettaro di ampiezza, che circonda una bella villa di un noto avvocato romano e della sua famiglia”. Così inizia l’articolo su un bel giardino all’Olgiata pubblicato sul numero di luglio di Ville&Casali. Romantico, intimo e ricercato. “Ho voluto creare fin dall’inizio un luogo che mi rappresentasse. Mi piace vederlo, viverlo e sentire i suoi profumi in ogni stagione dell’anno” racconta a Ville & Casali il proprietario che  acquista il terreno intorno agli anni ’90 e si affida alla grande esperienza sul campo del cugino della moglie per la sistemazione dello spazio esterno. “Inizialmente era una distesa piatta, appena inclinata. Abbiamo deciso di movimentare alcuni tratti realizzando collinette dalle linee sinuose. L’operazione ha richiesto l’impiego, in totale, di ben 110 camion di terra”, spiega l’avvocato. Ciò ha cambiato completamente lo scheletro del giardino, e ha permesso di progettare uno spazio dinamico con cambi di visuali inaspettate, in cui è difficile percepire immediatamente i confini reali. L’idea di base è stata quella di immaginare sei differenti ambienti verdi che si svelano progressivamente, ciascuno  dei quali riconoscibile dalla predominanza di un’essenza ricercata e particolare. Il primo è dedicato ad una delle piante mediterranee per eccellenza, l’ulivo. Se ne contano circa 11 specie selezionate con cura, di cui una, quella attigua alla zona piscina, di oltre 500 anni.