Come sarà l’Open d’Italia di golf che si svolgerà dal 10 al 13 ottobre all’Olgiata

0
608

L’Open d’Italia 2019 si giocherà dal 10 al 13 ottobre al Golf Club dell’Olgiata. Il torneo è giunto alla 76esima edizione e vedrà in campo i grandi protagonisti del panorama mondiale per un evento che abbinerà l’aspetto sportivo all’intrattenimento, coinvolgendo così anche i non golfisti. La scelta di disputare la massima manifestazione nazionale a Roma rientra nell’ambito di un accordo fra la Federazione e la Regione Lazio con l’obiettivo di valorizzare il territorio lungo il cammino verso la Ryder Cup 2022 che si svolgeràpresso il Marco Simone Golf & Country Club. Si conferma così la volontà della Federazione – in accordo con l’advisor Infront – di coinvolgere tutta la nazione nell’avvicinamento alla sfida Europa-Usa, scrive il sito golfando.tgcom24.it.

Sarà la sesta volta che un Open d’Italia si gioca nel Lazio dopo le tre edizioni all’Acquasanta (1950, 1973, 1980), il 1994 al Marco Simone Golf & Country Club e la gara del 2002 disputata proprio all’Olgiata. Quella volta vinse l’inglese Ian Poulter e diede inizio alla sua straordinaria carriera che lo ha portato a disputare (tra l’altro) sei Ryder Cup.

Nel tempo l’Olgiata è stato teatro di molti altri eventi di prestigio, quali due World Cup, una Coppa del Mondo dilettanti, una finale della Dunhill Cup, tre tornei del Ladies European Tour. E ancora: alcune gare del Challenge Tour e a una lunghissima serie di campionati nazionali.

Inaugurato nel 1961, il percorso a 18 buche dell’Open d’Italia di golf 2019 è stato disegnato dall’architetto inglese C. Kenneth Cotton. Quindi è stato poi oggetto di un profondo restyling nel 2012 a cura dell’architetto Usa Jim Fazio, in vista delle Olimpiadi di Roma cui poi il Campidoglio con il sindaco Virginia Raggi ha rinunciato. Completa la struttura un secondo percorso a nove buche, per un totale di 27 buche e una club house ispirata ai country club americani, armonizzata nello contesto naturalistico che la circonda. Un recente studio ha individuato ben 32 specie faunistiche nel comprensorio dell’Olgiata. 

Il costo del singolo biglietto sarà di 15 euro (più prevendita) per entrare all’Olgiata giovedì 10 e venerdì 11. Per le giornate decisive il biglietto sale a 20 euro, sempre più diritti di prevendite. La formula abbonamento per tutti e quattro i giorni costa 50 euro.

Agevolazioni previste solo su questa seconda formula per tutti i tesserati alla Federazione: esibendo tessera e documento all’ingresso, l’abbonamento scenderà da 50 a 40 euro. Per tutti gli Under 18 e per i diversamente abili l’ingresso sarà completamente gratuito per tutta la durata della manifestazione.

I tagliandi sono sono acquistabili attraverso il circuito TicketOne  e attraverso il sito openditaliagolf.eu.

Francesco Molinari, vincitore di due edizioni dell’Open d’Italia (nel 2006 a Tolcinasco e nel 2016 al Milano), cercherà il triplete di interista memoriaall’Olgiata: il piemontese, oggi numero sei mondo, che giocherà l’Open d’Italia 2019ha dichiarato: L’Olgiata ha un percorso di gara fantastico e sarà davvero stimolante giocarci”. All’Olgiata ci sarà anche il vincitore dell’Open d’Italia dell’anno scorso a Gardagolf, Thorbjorn Olesen.