Colpi bassi e maldicenze per conquistare il Cda del Consorzio

0
257

La caccia alle deleghe non conosce soste. Bernardi, Felici, Caruana, Bianchini, Cremonesi, Fabbi, sono tutti appassionatamente uniti da alcuni mesi nel raccogliere deleghe spiegando che è necessario dare continuità all’attuale Cda e bisogna conferirgli un nuovo mandato. 

Ma non è questa l’unica arma di convinzione.  Le deleghe vengono raccolte anche da chi pur non essendo convincente è considerato potente e quindi incute timore, ossequio, deferenza. Insomma può ottenere deleghe non per conoscenza ma per convenienza. 

L’attuale Cda sta sfruttando anche le rendite di posizione (per esempio la comunicazione del Consorzio) per raggiungere l’obiettivo: battere l’alternativa democratica che oggi è costituita dalla squadra coordinata dall’avv. Michele Montesoro sostenuta da Olgiata Nostra, ma anche da tanti ex consiglieri del Consorzio e nomi stimati del comprensorio. 

E’ vero, tuttavia, che molti consorziati si informano. Fino ad oggi ben 1100 consorziati hanno letto su questo sito  la notizia sui nomi e sul programma della nuova squadra, che sabato prossimo (18 maggio) si presenterà alle ore 10 ai consorziati presso la chiesa S.Pietro e Paolo dell’Olgiata,  cui seguirà un aperitivo. Anche Bernardi e Felici sono stati invitati a partecipare e sottoporsi a un confronto, come proposto dall’avv. Xavier Santiapichi, ma finora hanno preferito trincerarsi nel più assoluto silenzio. 

Forse stanno meditando sull’odg dell’assemblea che ha nascosto la parte straordinaria nell’ordinaria. Sembra, addirittura, che qualcuno nel consiglio uscente si sia accorto che il tentativo di modificare lo statuto per conservare il potere è stato quanto meno mal posto.  E a questo punto si profila una battaglia legale durante e dopo l’assemblea.

Alcuni consorziati, inoltre,  si stanno lamentando che sarebbero state raccolte deleghe da persone vicine all’attuale Cda millantando il nome di Olgiata Nostra. Insomma abbiamo la sensazione che siano state commesse scorrettezze di ogni tipo. C’è perfino chi sostiene di aver sentito dire che la nuova squadra sarebbe diretta da Giovanni Caputo, l’ex direttore per la sicurezza (licenziato recentemente per contrasti sulle promozioni di alcune guardie)!

Insomma, l’assemblea del 25 maggio si presenta non solo piena di rancori, ma anche di maldicenze, come ha  denunciato domenica scorsa l’arch. Arnaldo Veggi. 

Come possiamo combattere questo degrado morale dell’Olgiata? 

Con un semplice invito:  tutti i consorziati che hanno dato delega (sempre revocabile, perfino in assemblea) sono invitati il 25 maggio all’assemblea convocata dal Consorzio ma ad informarsi prima partecipando sabato prossimo, 18 maggio, alla riunione convocata dalla nuova squadra. In seguito, esprimeremo tutti il nostro voto, che per fortuna è ancora segreto. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here